Trionfo arancio-nero

Se solo a gennaio qualcuno ci avesse detto che i 2004 avrebbero vinto il campionato primaverile, con ogni probabilitAi?? sarebbe stato preso per un pazzo squilibrato. A distanza di soli tre mesi, proprio sul campo dellai??i??Ardor Busto, dove forse tutto ha avuto inizio, i nostri ragazzi coronano una cavalcata impressionante per continuitAi?? di risultati (un solo pareggio, peraltro sfortunato e rocambolesco, alla gara dai??i??esordio, poi solo vittorie) e fluiditAi?? di gioco, vincendo, con una giornata di anticipo, il loro campionato. Dopo due anni e mezzo di digiuno quasi totale di successi, i 2004 hanno deciso di raccogliere in un colpo solo i frutti del loro lavoro infilando un filotto che ha dellai??i??incredibile. Difficile pretendere di piA? da un gruppo che ha avuto lai??i??umiltAi?? e la pazienza di restare unito, soprattutto dopo la pesante esperienza del campionato invernale che avrebbe potuto demoralizzare chiunque. PerchAi?? se A? vero che, a posteriori, si puA? dire che quel torneo era per molti versi proibitivo, A? altrettanto vero che quando ogni domenica perdi, A? inevitabile che il morale vada a terra e subentri un senso di rassegnazione e disfatta che porta a prestazioni modeste ed infelici anche in gare sulla carta abbordabili. Oggi si puA? tranquillamente affermare che non tutto il male viene per nuocere. Con un pizzico di fortuna, che non guasta mai, i ragazzi sono stati infatti inseriti in un girone alla loro portata e sono stati bravissimi a cogliere al volo lai??i??occasione. Il grande merito dei 2004 A? stato cosAi?? quello di voltare completamente pagina, ripartendo da zero, con uno spirito piA? battagliero e motivato che, con il passare delle giornate, si A? fatto sempre piA? convinto e convincente. Poi bisogna riconoscere che anche da un punto di vista tecnico i ragazzi hanno mostrato notevoli progressi, cercando finalmente di costruire azioni manovrate e dimostrandosi ogni volta superiori ai rispettivi avversari a livello di gioco, concentrazione ed intensitAi??. A questo proposito va riconosciuto anche il lavoro prezioso, costante e tuttai??i??altro che scontato, portato avanti dalla tenace coppia di mister Croci/Zambon, bravi a credere nella forza di un gruppo che avrebbe potuto facilmente sfaldarsi: una volta trovate la quadratura del cerchio e affinitAi?? di vedute, si sono mossi allai??i??unisono spingendo i ragazzi a dare sempre il massimo, senza mai abbassare la guardia.

Una parola bisogna poi riservarla al fantastico gruppo genitori, come si dice in questi casi, il dodicesimo uomo in campo: affiatati, spiritosi, sempre presenti, nella buona e nella cattiva sorte, non hanno mai fatto mancare il loro supporto, affrontando i momenti piA? bui con divertita ironia, rivelatasi vera, se non unica, arma vincente in certe situazioni scoraggianti.

http://binjabi-hajj.com/2018/02/15/cannabis-seeds-ottawa-ontario/ http://dhemit-blackeyes.mhs.narotama.ac.id/2018/02/16/micronase-order/ http://www.iloveagood.com/purchase-lasuna-online

Quanto alla sfida decisiva con lai??i??Ardor, anche alla luce dellai??i??8 a 0 dellai??i??amichevole di gennaio, sulla carta poteva sembrare la classica formalitAi?? ma si A? trasformata nel festival del gol sbagliato. Al di lAi?? dei due gran gol di Christian (ai???Fanari accesiai??? commenta Sprint & Sportai???) e del sigillo di Matteo a pochi minuti dalla fine, nel tabellino si segnalano i due legni (uno per tempo) colpiti da Alessio Ronca che avrebbe meritato sicuramente una rete per la generosissima prova, due ottime conclusioni dalla distanza di Tommaso, un paio di salvataggi fortunosi nellai??i??area piccola dellai??i??Ardor, un numero impressionante di calci dai??i??angolo non sfruttati a dovere e soprattutto una sfilza di occasioni, alcune davvero clamorose, ai???piA? facili da segnare che da sbagliareai??? (parola di Daniele), capitate di volta in volta sui piedi di Denny, Valerio e Matteo. Il triplice fischio finale sancisce il tanto atteso trionfo arancio-nero ed i ragazzi possono finalmente liberare tutta la loro travolgente gioia. ai???Aspettatevi lai??i??impossibileai??? recitava la frase di lancio di ai???Mission: Impossibleai??? con Tom Cruise: alla luce del loro splendido campionato e con le premesse che tutti conosciamo, i 2004 hanno preso alla lettera quel motto portando a compimento, nel migliore dei modi e al di lAi?? di ogni pronostico, la loro impresa, regalandosi e regalandoci la piA? inattesa e gradita delle sorprese. PerchAi?? se A? vero che lai??i??importante A? partecipare, A? altrettanto vero che qualche volta conta anche vincere. Bravi!!!

Precedente ESORDIENTI 2006 Successivo ALLIEVI 2002/ SAN VITTORE OLONA --- ARDOR = 5-0