La legge dei 2004 vale anche a Nerviano

Vincere con almeno due gol di scarto. A oggi sembra essere questo il filo conduttore del campionato dei 2004 che anche a Nerviano si impongono per 3 a 1 (il punteggio piA? frequente per i nostri) e consolidano il loro primato con una gara accorta ed intelligente. Il campo di Nerviano porta alla memoria ricordi piuttosto nefasti (lai??i??ultima volta, due anni fa, i ragazzi erano stati letteralmente asfaltati dai padroni di casa, senza riuscire mai a superare la metAi?? campo), ricordi resi ancor piA? indigesti dallai??i??obolo di 2 Euro che si A? dovuto pagare allai??i??ingresso, con lai??i??aggravante di trovarsi pure il bar chiuso. La folta truppa di genitori deve perciA? accomodarsi in un accogliente bar di chiara fede milanista (quindi poco gradito ai piA?) raggiungibile solo in auto, dopo un breve viaggio per alcuni piuttosto impegnativo (in 5 stretti a bordo di una Matiz). La partita vede subito un San Vittore reattivo, nonostante il risveglio anticipato di unai??i??ora, e capace di collezionare un paio di calci dai??i??angolo che creano allarme nella difesa dei padroni di casa, rivelando perA? altresAi?? come ci sia ancora da lavorare sui colpi di testa da parte dei nostri. Il pubblico, forse abituato troppo bene, rumoreggia e si preoccupa perchAi?? dopo pochi minuti il risultato non si A? ancora sbloccato. Proprio in coincidenza con lai??i??arrivo di mamma Luisella, Marco, dallai??i??ennesimo calcio dai??i??angolo, trova il guizzo vincente e sblocca il risultato. Siamo al 7 minuto del primo tempo. Il Nerviano ha una bella reazione e per cinque minuti costringe il San Vittore sulla difensiva, trovando il meritato gol del pareggio su calcio dai??i??angolo. La rete subita risveglia la capolista che riprende il pallino del gioco, si ricompatta in difesa e forte di unai??i??autoconsapevolezza sempre piA? marcata inizia a creare ripetute occasioni, spesso affidandosi anche a velocissime ripartenze. Il gol del vantaggio arriva perA? grazie ad un calcio di rigore a dire il vero molto generoso, tanto che sugli spalti qualcuno, ovviamente di fede juventina, parla di ai???sudditanza psicologicaai???. Sul dischetto si presenta Denny ai???il Conte di San Vittoreai??? (Sprint & Sport dixit, ma questa settimana non cai??i??A? nessuno nella top 11) e con una freddezza da rigorista navigato riporta in vantaggio i suoi piazzando un tiro angolato su cui il portiere avversario, che pure ha intuito la direzione, non puA? nulla. Il Nerviano accusa il colpo ed il resto del tempo A? un monologo del San Vittore che gioca con una scioltezza ed una velocitAi?? che mettono ripetutamente in crisi gli avversari (in tribunetta cai??i??A? chi riconosce i meriti del Nerviano ma sottolinea compiaciuto e soddisfatto come ai???noi siamo decisamente piA? squadraai???) e trova la terza rete grazie a Matteo che sfrutta alla perfezione un assist del solito incontenibile Denny. Ancora Matteo ha un paio di ghiotte occasioni per sigillare definitivamente il risultato ma il portiere avversario gli chiude bene lo specchio della porta. Nella ripresa gli ospiti si limitano a svolgere attivitAi?? di ordinaria amministrazione, lasciando per lo piA? lai??i??iniziativa ai padroni di casa. Complice perA? una linea difensiva di ferro, sempre piA? collaudata e sicura, guidata dal solito impeccabile capitano, con un Alessio Berra strepitoso nellai??i??annullare lai??i??ottimo numero 11 avversario, un Christian Montemurro sugli scudi (letteralmente trasformato rispetto al torneo invernale) e un Denis (nel primo tempo) e un Giuseppe (nel secondo tempo) rocciosi e puntuali, il Nerviano non trova sbocchi e si arena in una manovra piuttosto sterile ed inconcludente. La partita si chiude con due minuti di anticipo ed i ragazzi possono festeggiare una vittoria preziosa contro una squadra comunque coriacea che forse meriterebbe una posizione migliore in classifica. Dopo la pausa pasquale, ci attende il rush finale con le ultime tre partite di campionato. Obiettivo A? restare concentrati e non sottovalutare nessuno. Molto A? stato fatto ma nulla A? deciso: i ragazzi perA? sanno che ora tutto dipende davvero solo da loro.

P.S. si ringraziano per la collaborazione Daniele Colombo e Paolo Larice http://www.iloveagood.com/argumentative-essay http://columnu.com/archives/11049 http://xaynhamay.com/2018/02/12/synthroid-versus-generic-levothyroxine-hashimotos/

Precedente Terza giornata Torneo primaverile Primi Calci 2009 Successivo ALLIEVI 2002 / SAN VITTORE OLONA -- CASOREZZO 1-1